Home Home

Il programma delle attività di Fondazione Aem si svolgerà lungo le seguenti cinque direttrici principali o fondamentali aree di attività, sia sviluppando interventi già avviati durante il precedente triennio, sia innovando le tematiche proposte, al fine di dare nuovo impulso alla progettualità della Fondazione in conformità ai fini statutari.

In particolare, le innovazioni principali riguarderanno la produzione e la diffusione di conoscenze scientifiche e la formazione di competenze specialistiche nel campo energetico e della sostenibilità ambientale, trasformando una serie di interventi eterogenei e frammentati in pochi progetti qualificanti e organizzati in una logica di sistema.


Educazione ambientale – Casa dell’Energia e dell’Ambiente

La Fondazione continuerà e svilupperà, in collaborazione con il Progetto Scuola di A2A, la sua attività di educazione ambientale e di educazione al consumo intelligente di energia, mediante le visite guidate e i laboratori, rivolti agli studenti delle scuole milanesi e lombarde alla Casa dell’Energia e dell’Ambiente, sede della Fondazione.

Si tratta di una delle attività di maggior valore sociale e culturale e universalmente apprezzate, in cui la Fondazione impegna risorse umane e finanziarie consistenti e ben utilizzate. L’attività educativa verrà ulteriormente potenziata con altre sezioni didattiche e percorsi specifici, anche mediante la collaborazione con altre istituzioni.


Tutela e valorizzazione del patrimonio storico Aem

La Fondazione Aem continuerà e intensificherà la sua attività di tutela e valorizzazione del patrimonio storico-culturale della Azienda elettrica municipale, completando i lavori di riordino dell’Archivio documentale e di digitalizzazione del fondo filmico, proseguendo contemporaneamente l’opera  di valorizzazione del proprio patrimonio fotografico e archeologico-industriale. Inoltre, la Fondazione stringerà collaborazioni con prestigiosi enti culturali e università, così come porterà avanti il suo impegno in ambito associativo con le altre realtà operanti nel mondo degli archivi e delle fondazioni d’impresa.


Ricerca

Sarà potenziato il ruolo della Fondazione nella promozione della ricerca scientifica in campo energetico e ambientale, con particolare riferimento ai temi della sostenibilità ambientale, del risparmio energetico, delle fonti rinnovabili, dell’educazione ambientale, dell’analisi delle politiche pubbliche. A tal fine si instaureranno collaborazioni con fondazioni italiane e straniere che operano nello stesso campo e con qualificati centri di ricerca pubblici e privati, universitari e non, e si renderanno più organici e meglio focalizzati gli interventi attuali.


Formazione specialistica

Formazione di abilità e competenze specialistiche e trasmissione di conoscenze in materia energetica e ambientale. Si sottolineano in questo campo il prosieguo delle collaborazioni con i Master universitari RIDEF e MaGER. Saranno inoltre intrapresi contatti con alcune delle realtà più importanti a livello di formazione, come ad esempio il Collegio di Milano, per il sostegno di iniziative comuni.


Liberalità e interventi sul territorio

La Fondazione continuerà a destinare una parte delle proprie risorse, entro un limite statutariamente definito, alle liberalità, che, pur avendo un certo carattere di eterogeneità e di contingenza, siano tuttavia prevalentemente riconducibili a obiettivi ben definiti:

Il sostegno di iniziative del personale di A2A attivo e a riposo;
Lo sviluppo economico e sociale e il miglioramento della qualità della vita delle comunità e dei territori in cui opera A2A;
La valorizzazione delle istituzioni lombarde di alta cultura, come ad esempio l’Istituto lombardo Accademia di Scienze e Lettere, la tutela della memoria storica della regione;
La valorizzazione costante del rapporto con i territori in cui prevalentemente si esplica l’attività di A2A.

 

Inizio