Home Home

Fondazione Aem sviluppa le proprie attività nel territorio milanese e valtellinese seguendo le linee di indirizzo indicate dal Presidente e dal Consiglio di Amministrazione:

  • Educazione ambientale, tutela e valorizzazione del patrimonio storico di Aem, ricerca, formazione specialistica e liberalità.

Obiettivi di fatto perfettamente coerenti con i quattro macrodriver individuati come focali dall’impresa nel nuovo Piano di Sostenibilità 2020 (economia circolare, processo di decarbonizzazione, smartness nelle reti e nei servizi e people innovation).

Educazione ambientale – Casa dell’Energia e dell’Ambiente
La Fondazione continuerà, in collaborazione con il Progetto Scuola di A2A, la sua attività di educazione ambientale e di educazione al consumo intelligente di energia, mediante le visite guidate e i laboratori, rivolti agli studenti delle scuole milanesi e lombarde alla Casa dell’Energia e dell’Ambiente, sede della Fondazione.
Si tratta di una delle attività di maggior valore sociale e culturale e universalmente apprezzate, in cui la Fondazione impegna risorse umane e finanziarie consistenti. L’attività educativa verrà ulteriormente potenziata con altre sezioni didattiche e percorsi specifici, anche mediante la collaborazione con altre istituzioni.

Tutela e valorizzazione del patrimonio storico Aem
La Fondazione Aem continuerà e intensificherà la sua attività di tutela e valorizzazione del patrimonio storico-culturale della Azienda elettrica municipale, completando i lavori di riordino dell’Archivio documentale e di digitalizzazione del fondo filmico, proseguendo contemporaneamente l’opera  di valorizzazione del proprio patrimonio fotografico e archeologico-industriale. Inoltre, la Fondazione stringerà collaborazioni con università e altri enti culturali di eccellenza, così come svilupperà il suo impegno in ambito associativo con le altre realtà operanti nel mondo degli archivi e delle fondazioni d’impresa.

Ricerca
Sarà potenziato il ruolo della Fondazione nella promozione della ricerca scientifica in campo energetico e ambientale, con particolare riferimento ai temi della sostenibilità ambientale, del risparmio energetico, delle fonti rinnovabili, della mobilità sostenibile, dell’educazione ambientale, dell’analisi delle politiche pubbliche. A tal fine si instaureranno collaborazioni con fondazioni italiane e straniere che operano nello stesso campo e con qualificati centri di ricerca pubblici e privati, universitari e non, e si renderanno più organici e meglio focalizzati gli interventi attuali.

Formazione specialistica
Formazione di abilità e competenze specialistiche e trasmissione di conoscenze in materia energetica e ambientale. Si sottolineano in questo campo il prosieguo delle collaborazioni con i Master universitari RIDEF e MaGER e l’attività del Collegio di Milano

Liberalità e interventi sul territorio
La Fondazione continuerà a destinare una parte delle proprie risorse, entro un limite statutariamente definito, alle liberalità, che, pur avendo un certo carattere di eterogeneità e di contingenza, siano tuttavia prevalentemente riconducibili a obiettivi ben definiti:
 

  • Il sostegno di iniziative del personale di A2A attivo e a riposo;
  • lo sviluppo economico e sociale e il miglioramento della qualità della vita delle comunità e dei territori in cui opera A2A;
  • la valorizzazione delle istituzioni milanesi e  lombarde di alta cultura, come ad esempio l’Istituto lombardo Accademia di Scienze e Lettere, la tutela della memoria storica della regione;
  • la valorizzazione costante del rapporto con i territori in cui prevalentemente si esplica l’attività di A2A.

 

Inizio