Home Home

Dichiarato di interesse storico-culturale dalla Soprintendenza archivistica per la Lombardia, l’archivio storico fotografico Aem raccoglie oltre 180.000 immagini che illustrano non solo la storia e lo sviluppo di una azienda elettrica municipalizzata, ma anche i cambiamenti storico-economici e politici della nostra città, le trasformazioni sociali di una comunità e le evoluzioni del territorio lombardo, a partire da quello montano valtellinese.

Suddiviso in vari fondi, l’archivio si è progressivamente sviluppato grazie all’opera di molti fotografi che hanno collaborato con Aem. Dagli anni Venti ai primi anni Cinquanta, autori del calibro di Antonio Paoletti, Vincenzo Aragozzini e Guglielmo Chiolini hanno realizzato con i loro servizi fotografici, un diario serrato di immagini che racconta la progressiva modernizzazione elettrica di Milano e la costruzione dei grandi impianti in Valtellina. Nel Dopoguerra si inaugura una nuova stagione iconografica: due dipendenti dell’impresa, Paolo Moreschi e Adolfo Ferrari attraverso i loro scatti documentano l’era della Ricostruzione fino alla metà degli anni ’70.

Nel 1981,con l’assunzione del servizio gas, Aem acquisisce dalla Montedison un prezioso fondo fotografico, immagini storiche che illustrano l’evoluzione dell’industria del gas a Milano dall’inizio del Novecento fino alle soglie della metanizzazione.

Dal 2008, A2A la società nata nel dalla fusione tra AEM SpA Milano e ASM SpA Brescia, prosegue nella raccolta di documentazione fotografica relativa alle attività della società sul territorio nazionale.

Negli ultimi decenni questo racconto è stato affidato alla sensibilità artistica di fotografi quali Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Francesco Radino, Mario Mulas, Olivio Barbieri, Joel Meyerowitz, Martin Parr, Giampietro Agostini, Luigi Bussolati, che hanno interpretato la missione di Aem attraverso i recenti cambiamenti, trasformando l´archivio storico in un corpo vivo in continua crescita. Conservato nei locali della storica centrale di piazza Trento, l’archivio è a disposizione di tutti, sia per studi personali o ricerche sia per mostre e pubblicazioni.

Di questo ingente patrimonio iconografico sono state selezionate circa 6.000 immagini che sono disponibili per la consultazione sul sito internet e che rappresentano una panoramica importante dell´Archivio storico fotografico Aem.

 

 

Il sito dell'archivio fotografico Il sito dell'archivio fotografico

 

Inizio